Le strategie “magiche” di trading funzionano?

Quante strategie magiche hai trovato e provato che funzionano nel trading online?

In questo articolo ti spiego i vari aspetti delle strategie di trading e come creati la tua strategia magica.

Se sei alla ricerca di una strategia di trading e inizi a curiosare nel web, troverai un’immensa quantità di strategie “magiche” e miracolose capaci di farti guadagnare sempre e con delle equity line (line di andamento del conto di trading) unidirezionali a rialzo.

La mia esperienza

Ricordo che ad un certo punto, quando iniziai il mio percorso di studio del trading, approdare alle strategie proposte nei corsi fu una sorta di panacea, una sensazione di sicurezza che metteva in campo le nozioni apprese facendo per me il lavoro sporco, ovvero quella parte analitica che induce ad avere una sorta di incertezza nelle azioni da compiere.

Avendo dedicato molto tempo allo studio ed all’ applicazione delle strategie apprese simulandone i risultati, iniziai ad operare con soldi veri.

Il primo riscontro fu negativo, iniziai a subire le emozioni e nonostante applicassi le strategie trovai difficoltoso associarle al momento di mercato.

La ricerca nel web mi portò a scoprire altre strategie provando ad applicarle ma il risultato non cambiò.

Avevo sempre la difficoltà di trovare la giusta strategia, quella magica che guadagna sempre.

Fu questo aspetto che rimise in gioco tutto quanto appreso nello studio.

Così iniziai a ripassare, studiare e approfondire molteplici aspetti dell’analisi tecnica provando a dare un senso a ciò che avevo studiato indipendentemente dalle strategie di trading proposte qua e la.

La verità

Ho citato la mia esperienza perché grazie a quella ho capito dov’è la verità, ovvero che la strategia magica non esiste.

Esistono numerose strategie di trading più o meno efficaci ma ogni strategia funziona in un determinato contesto di prezzo e di mercato di un asset.

La verità è che a partire dai pattern di analisi tecnica per arrivare all’utilizzo di numerosi indicatori, ciò che rende una strategia forte è il contesto e la capacità di modificarla nel tempo.

Inoltre per come penso e opero nei mercati, è essenziale avere più strategie e tecniche di trading perché ciò permette di avere sempre lo strumento giusto al momento giusto e a portata di mano.

E’ molto importante andare a vedere come una strategia si è comportata in passato attraverso quello che viene chiamato back test. E’ anche vero che non abbiamo nessuna garanzia che nel futuro funzioni, quindi ok per l’analisi del passato ma la cosa più importante a mio avviso è la parte destra del grafico, l’ultimo periodo di scambi nel mercato.

Questo ci porta a considerare l’utilizzo della strategia corretta per quel periodo.

Il mio consiglio è di iniziare dalle cose semplici ma più importanti anche perchè puoi avere un’ottima strategia ma se non sei nella giusta condizione emotiva potresti non trarne benefici.

Inoltre un’analisi della situazione generale dell’economia e della fase di mercato in cui si trova un asset è molto importante e ti aiuta a capire cosa meglio si adatta a ciò. Partendo dal rischio ed arrivando all’aggressività o meno di un approccio.
Per esempio in un mercato direzionale, le tecniche di brackout e rotture a rialzo e ribasso funzionano meglio che in un mercato con tendenza laterale.

Ora ti spiego come crearti una strategia di trading e quali sono gli aspetti principali da tenere in considerazione.

Il tuo profilo di trader

Il primo passo è capire il tuo profilo di trader. Sei un trader a breve, medio o lungo termine? Sei un trader intraday, swing trader o trend follower? Questo aspetto è condizionato dal tempo che hai a disposizione da dedicare al trading ed in base a questo potrai capire che approccio ai mercati utilizzare.

Una volta che hai capito il tuo profilo, puoi iniziare a sviluppare una strategia che si adatti alle tue esigenze attraverso l’analisi dei tuoi obiettivi.

Se il tuo obiettivo è generare reddito passivo, dovrai utilizzare una strategia che ti permetta di ottenere profitti con un rischio relativamente basso. Un approccio più conservativo.

Se il tuo obiettivo è far crescere il tuo capitale, dovrai utilizzare una strategia che ti permetta di ottenere profitti elevati attraverso un approccio più speculativo e aggressivo.

Ecco alcuni esempi di obiettivi di trading e le strategie associate:

  • Obiettivo: generare reddito passivo
  • Strategia: swing trading, trend following, asset con dividendi
  • Obiettivo: far crescere il capitale
  • Strategia: day trading, scalping, trading di opzioni
  • Obiettivo: diversificare il portafoglio
  • Strategia: trading di asset diversi, trading di ETF

L’analisi tecnica

L’analisi tecnica è uno strumento fondamentale per il trading. Ti aiuta a identificare le tendenze, i livelli di supporto e resistenza e altri fattori che possono influenzare il prezzo di un asset.

Esistono diversi indicatori e strumenti di analisi tecnica che puoi utilizzare. Scegli quelli che sono più adatti al tuo stile di trading e che non ti mettono in condizioni di stress, che siano per te semplici da applicare e che conosci meglio.

Il mio approccio

Parto sempre ad analizzare un asset dalla price action, poi passo ai livelli di prezzo statici (supporti e resistenze) e dinamici (medie mobili e trend line).

A seguire cerco ulteriori conferme attraverso l’utilizzo degli indicatori ma essenzialmente non molti, oscillatori e di trend . Per esempio Relative Strength Index, Volatilità, Istogramma MACD, ritracciamenti di Fibonacci e volumi.

Utilizzo sempre un confronto tra il time frame sul quale opero, quello superiore ed inferiore con un rapporto di 5 a 1 in base al mercato.

Per esempio, scelgo di operare nel mercato azionario sul periodo giornaliero. Analizzo il settimanale e poi l’orario cercando di operare a favore del time frame superiore e cercando punti di ingresso sul periodo orario.

Operare sulle resistenze o supporti è una strategia, ora va di moda chiamarli demand e supply ma non cambia nulla.

Utilizzare la price action per determinare il cambio di trend. Osservando time frame inferiori che possono anticipare un’inversione, anche questa è una strategia molto efficace.

Utilizzare le medie mobili come supporti e resistenze. Veloci durante un mercato che spinge e più lente per analizzare possibili punti di ritracciamento o correzione del prezzo.

Ti puoi davvero sbizzarrire, queste sono le strategie che uso maggiormente e comprendono anche l’osservazione delle singole candele senza troppa confusione che rende solo complicato trarre delle conclusioni.

Per ognuna è necessario provare e riprovare e capire dove e perchè funzionano o non funzionano.

La gestione del rischio

La gestione del rischio è una componente essenziale del trading. Devi sempre sapere quanto sei disposto a perdere in ogni trade.

Esistono molte diverse strategie di gestione del rischio che puoi utilizzare. Scegli quella che è più adatta alla tua personalità e al tuo portafoglio.

Se vedi che durante il periodo di trading in cui applichi una strategia o approccio al mercato, sei in ansia o sotto stress per le perdite, analizza la percentuale di rischio che stai utilizzando e diminuisci tale valore.

Ci sono numerose tecniche per la gestione del rischio e relative al money management. Possono anch’esse definirsi strategie e sono relative proprio alla gestione del rischio. Più o meno flessibili in base a ciò che vuoi fare e ciò che non vuoi e devi subire: lo stress!!!

Creare una strategia di trading è un processo che richiede tempo e impegno. Non aspettarti di trovare la strategia perfetta dall’oggi al domani.

Inizia con i passaggi che abbiamo discusso in questo articolo e continua a testare e migliorare la tua strategia nel tempo.

Ricordati un fattore molto importante nell’applicare una strategia e monitorare l’andamento della tua strategia: la disciplina.

Rimani fedele a ciò che stabilisci inizialmente.

Dopo aver osservato i vari punti, tieni traccia dei risultati e in base alla tua frequenza operativa analizza i vari trade. Perché hai deciso di entrare a mercato e con quale approccio. Come è andata l’operazione e sopratutto cerca di capire se avevi fatto considerazioni o azioni errate.

Una strategia non si può classificare per buona o cattiva con qualche operazione ma attraverso molteplici trade seguito dall’analisi del mercato e dalla strategia messa in campo.

Ciò che è importante è che tu trova la tua strategia, il tuo modo di operare e approcciare al mercato che non ti crei problemi di stress. Nonostante i risultati non sempre positivi, ricordati la perdita fa parte del trading, basta saperla controllare e gestire emotivamente.

Angelo Pasian

Il trading è stato il mio punto di partenza, e il raggiungimento di questo obiettivo ha ispirato la creazione di un luogo in cui condividere la mia esperienza con chiunque voglia imparare e dare una svolta alla propria vita.

Iniziamo insieme il tuo viaggio nel trading online!

Compila il modulo qui sotto per contattarmi